Fallimento e concordato preventivo

Fallimenti e concordati

Il fallimento e il concordato preventivo.

Il recente momento economico ha visto un impulso importante delle procedure concorsuali: concordato preventivo e fallimento.

Momento delicato della vita di una impresa, che coinvolge tutti i soggetti che ad essa sono legati, dai dipendenti ai fornitori.

Se nel fallimento si determinano la fine dell’impresa e l’individuazione delle eventuali responsabilità, il concordato preventivo presenta diverse problematiche, legate alla possibilità della continuazione dell’attività (concordato in continuità) e alla ultima integrazione legislativa.

L’azienda che si trova a rapportarsi con una ditta in concordato preventivo si trova nella delicata posizione di creditrice della stessa, ivi compresa quella dei creditori che hanno garantito continuità alla stessa. Come comportarsi per ridurre al minimo i rischi ?

Allo stesso modo l’azienda ammessa al concordato in continuità, vede la sua “libertà commerciale” limitata, dovendosi comportare sempre rispettando la posizione dei propri creditori.

Si vengono pertanto a creare delicati equilibri, attraverso i quali occorre essere guidati.

I commenti sono chiusi